Frate (M5S): “Occorre un patto per l’avvocatura”

Una bella conferenza stampa, oggi, con l’associazione di giovani avvocati napoletani Dimensione Forense. Tanti gli argomenti trattati. Dalla cultura come unico antidoto alla devianza minorile – perché occorre investire in formazione, scolarizzazione e lavoro, e non certo invocare l’abbassamento dell’età imputabile –
fino al tema del sovraffollamento delle carceri, una vera emergenza.

L’avvocato riveste un ruolo fondamentale nella nostra società, quale interprete dei diritti individuali e collettivi. Per questo sostengo convintamente la proposta di inserirne la figura in Costituzione.

Ma l’avvocatura vive soprattutto problemi concreti da affrontare con attenzione e serietà: sburocratizzazione, oneri fiscali, previdenza forense. La Carta dei diritti dei professionisti è stato un primo passo importante, ma è necessario fare di più. Penso al tema della Gestione Separata Inps, diventata insostenibile, e sui cui penso si debba intervenire quanto prima avviando un confronto con le rappresentanze della categoria, il Ministero e l’Inps.

Occorre un Patto per l’avvocatura, da costruire con una larga e condivisa partecipazione delle sigle associative e delle rappresentanze istituzionali.


Ringrazio, infine, @Dimensione Forense per avermi consegnato un decalogo di proposte.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*