La premiazione del progetto Scugnizzi a vela

La cerimonia di premiazione del progetto Scugnizzi a vela ha avuto luogo questa mattina nella base navale Acton della Marina Militare. Promossa dall’associazione Life Onlus l’iniziativa coinvolge alcuni giovani a rischio di devianza ed emarginazione dell’area penale campana. Nel cantiere-scuola alloggiato nell’antica falegnameria borbonica i ragazzi imparano il restauro e la manutenzione delle imbarcazioni di legno. Apprendisti e volontari sono stati premiati dall’ammiraglio Eduardo Serra, dal sindaco Luigi de Magistris, dal capo-dipartimento della giustizia minorile Gemma Tuccillo e dal senatore Vincenzo Presutto.
Il percorso educativo prevede anche imbarchi sulla nave-scuola Matteo, un bialbero in legno di 15 metri. L’iniziativa ricorda quella del 1914, quando il ministro della Marina fece dono alla città di Napoli della nave-asilo Caracciolo dove furono accolti centinaia di giovani napoletani in difficoltà che, sotto la guida di Giulia Civita Franceschi, si formarono ai mestieri del mare.

Nel cantiere della Marina militare i ragazzi “a rischio” imparano un mestiere.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*