Napoli, Polizia Municipale: controlli movida

Gli Agenti della Polizia Municipale Unità Operativa Chiaia durante il fine settimana hanno effettuato controlli presso numerosi locali della Movida napoletana. Le attività concentrate sulla collina di Posillipo hanno portato al sequestro parziale di una famosa Villa per ricevimenti in via Petrarca. Gli Agenti si sono imbattuti in una serata danzante organizzata nella prestigiosa residenza dove era in corso una cena seguita da intrattenimento danzante con deejay e strumentazione professionale. I gestori della struttura sono risultati sprovvisti delle necessarie autorizzazioni. Inoltre, parte della serata si svolgeva in una struttura in pvc realizzata su un terrazzo per la quale non vi era nemmeno l’autorizzazione alla somministrazione di alimenti. La struttura è stata sottoposta a sequestro penale per mancanza dell’agibilità inibendo l’utilizzo della stessa, dove si sono registrate 383 presenze, ed ai titolari è stata anche contestata una multa per attività di ristorazione in luoghi diversi da quelli autorizzati, mancanza di impatto acustico e di licenza per pubblico spettacolo nonché mancata voltura delle autorizzazioni ai nuovi gestori per un importo complessivo di 12.000 euro. È all’esame la legittimità della struttura realizzata sul terrazzo. I controlli sono proseguiti a Capo Posillipo presso un ristorante oggetto di segnalazione per disturbo alla quiete pubblica dove si stava svolgendo una serata con musica e spettacolo. I gestori, sforniti delle autorizzazioni per tali attività di intrattenimento, sono stati multati con un importo di 6.000 euro. A Bagnoli gli Agenti si sono imbattuti in una serata presso un famoso locale della zona con oltre 1000 clienti. Controllata la struttura e le autorizzazioni è emerso che il gestore non aveva rispettato tutte le prescrizioni di sicurezza dettate per tali eventi ovvero non vi era la presenza dei Vigili del Fuoco imposta dal titolo autorizzativo. Il titolare è stato denunciato alla Procura della Repubblica per tale omissione. Durante i controlli, al Borgo Marinari il titolare di un locale è stato denunciato per la chiusura dello spazio esterno con una struttura in pvc e pannelli creando un vero e proprio volume ed è stato multato perché occupava suolo pubblico in eccedenza per 20 mq rispetto alla superficie autorizzata. In via Lucilio si è provveduto alla notifica di ordinanza di cessazione dell’attività con contestuale verbale di 5.000 euro per mancanza di autorizzazione alla somministrazione. Una paninoteca in Piazza Sannazaro è stata multata per 9 mq di occupazione abusiva di suolo pubblico e con una multa di 5.000 euro per mancanza di autorizzazione alla vendita dei prodotti alimentari.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*