Ass. Del Giudice: “Campagna di sensibilizzazione sulla raccolta di farmaci non scaduti”

L’ Assessorato all’ Ambiente sostiene il progetto di recupero dei farmaci validi non scaduti (RFV) in collaborazione con l’ ASIA Napoli e il Banco Farmaceutico onlus. “Con questo progetto – dichiara l’Assessore Del Giudice – il farmaco recuperato diventa un bene prezioso per chi non può accedere alle cure per ragioni economiche. Inoltre, il recupero dei farmaci promuove dei benefici sia in termini ambientali che economici, limitando gli impatti negativi sull’ambiente e le risorse naturali mediante la riduzione della produzione dei rifiuti finanche la riduzione dei costi per lo smaltimento che prevede processi particolari ed onerosi in quanto sono rifiuti speciali.

La promozione di attività di donazione e di distribuzione ai fini di solidarietà sociale promuovono modelli di consumo ecosostenibile e di economia circolare” Il progetto prevede di posizionare all’ interno delle farmacie che aderiscono all’iniziativa, appositi contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui ognuno, può donare i medicinali di cui non ha più bisogno. I farmaci non scaduti, con almeno 8 mesi di validità, correttamente conservati nella loro confezione primaria e secondaria originale integra vengono riutilizzati da enti non profit per progetti locali di assistenza alle fasce deboli della comunità o di cooperazione decentrata. Sono esclusi i farmaci che appartengono alle tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope, farmaci da conservare in frigorifero e farmaci ospedalieri. Il progetto pilota vede coinvolte 10 farmacie,

I farmaci raccolti saranno consegnati a 2 enti assistenziali del territorio: Caritas San Vincenzo Pallotti e Croce Rossa Italiana. In calce il sito del Comune di Napoli con le informazioni sulla campagna di sensibilizzazione:

www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/37603


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*