De Lorenzo: “Il Governo è dalla parte dei lavoratori di Poste Italiane”

Grazie alla mia interrogazione parlamentare su Poste Italiane, questa mattina è stata accolta la richiesta di aprire un tavolo per la redazione di un contratto di lavoro specifico per il settore postale. Questa è una novità straordinaria. I lavoratori che temevano che il contratto di lavoro a tempo determinato non venisse più rinnovato per l’applicazione strumentale del decreto dignità possono stare tranquilli.

“Il Governo è dalla parte dei lavoratori di Poste Italiane: ora al lavoro per un contratto nazionale che tuteli i diritti di tutti”

Nelle scorse settimane diversi giornali avevano riportato la notizia di alcune minacce di licenziamento fatte da Poste Italiane ai propri lavoratori e giustificate, senza alcuna fondatezza, con l’introduzione del Decreto Dignità. Fortunatamente queste indiscrezioni sono state smentite dalla stessa società, che ha anche raggiunto un accordo con le parti sociali per la stabilizzazione dei lavoratori e per l’avvio di nuove assunzioni nel triennio 2018-2020.

Un risultato importante frutto di mesi di lavoro da parte di questo Governo che ha sempre mantenuto alta l’attenzione su questa vicenda. Continueremo certamente a vigilare sull’osservanza degli impegni presi da Poste italiane, ma siamo certi che, proseguendo su questa strada, la società sarà in grado anche di accelerare i propri obiettivi occupazionali, giovandosi degli investimenti previsti nella prossima Legge di bilancio.


Ora però dovrà iniziare una nuova fase di questo percorso. Siamo convinti infatti che non ci sia lavoro senza dignità. E non c’è dignità quando i diritti vengono calpestati. A questo proposito, siamo soddisfatti della disponibilità data dal Governo ad aprire al più presto un tavolo per la stesura di un Contratto Nazionale del Lavoro applicabile alla categoria degli operatori postali, da troppi anni soggetti a contratti che non tutelano a pieno i loro diritti e non consentono di avere stabilità e prospettive per il futuro. Un altro passo verso il cambiamento.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*