Muscarà: “I dati attuali tranquillizzano; domanda chi tranquillizzano?”

Così la consigliera regionale Marì Muscarà sull’incendio di Caivano:

Anche questa volta le centraline non leggono niente di anomalo , relativamente agli inquinanti che monitorizzano tutti i giorni. Allora i malesseri che subisce la gente del luogo saranno dovuti ad altri inquinanti che non sono monitorati dalle centraline canoniche ne tantomeno dal laboratorio mobile che legge gli stessi inquinanti delle centraline fisse.

Sul sito a questo indirizzo c’è il report dell’incendio di Caivano file:///C:/Users/Guest/Downloads/20180726_report_incendio_Caivano%20(2).pdf

Vi faccio notare un errore di battitura ( hanno scritto altezza PBL 140 m mentre dovevano scrivere 1400 m ) mentre quello che è più grave di un errore di battitura lo troviamo qui a pagina 2/14 dove la tabella porta i dati del 25/ 07 ma l’intestazione dice: “ concentrazioni medie giornaliere polveri sottili del 1/07/2018 in mg/m3”


E ancora le unità di misura sono errate; la tabella riporta i valori in ug/m3 per tutti gli inquinanti ,mentre il solo CO è espresso in mg/m3.

Poi dicono che non ci va bene mai niente, allora dobbiamo accettare un report redatto con gli intestini in mano?

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*