Ass. Panini: accordo tra Comune e intermediari turistici per tassa di soggiorno

Tassa di soggiorno: la Giunta approva lo schema di accordo tra Comune e intermediari turistici per la riscossione dell’imposta.

A distanza di appena un mese dalla firma dell’accordo con il maggiore operatore on-line di prenotazione di soggiorni in strutture ricettive extra alberghiere “Airbnb”, la Giunta de Magistris, con delibera a firma dell’Assessore al Bilancio Enrico Panini, ha approvato oggi lo schema di accordo da applicare a tutti gli altri intermediari turistici interessati alla digitalizzazione delle procedure di riscossione dell’imposta di soggiorno nella nostra città.

Gli operatori che aderiranno all’accordo, rispondendo ad una manifestazione di interesse di prossima pubblicazione, saranno tenuti a riscuotere (e successivamente con cadenza mensile a riversare al Comune) l’imposta in luogo dei gestori delle strutture ricettive al momento del pagamento da parte dei turisti del soggiorno.

Un’operazione che, proprio grazie alla digitalizzazione delle procedure, porterà grandi risultati per il Comune di Napoli in termini di contrasto all’evasione della fetta di mercato turistico privato.

Ma i vantaggi non sono solo per l’Amministrazione. Con questa modalità, si semplifica e si digitalizza il processo di riscossione, ora in capo agli intermediari che garantiscono, così, agli utenti un servizio completo e trasparente; i soggetti che offrono ospitalità, invece, non hanno più l’onere di riscuotere manualmente la tassa di soggiorno ai propri ospiti che, a loro volta, non hanno ulteriori preoccupazioni o adempimenti da effettuare.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*