Napoli, il Consiglio Comunale ha approvato il Rendiconto 2016

Dopo un lungo dibattito  il Consiglio Comunale ha approvato la delibera di approvazione del Rendiconto per la gestione finanziaria 2016. Subito dopo, in Aula il discorso dell’assessore Palma, che lascia la Giunta, e del Sindaco de Magistris. Prima di chiudere i propri lavori, il Consiglio ha approvato all’unanimità un ordine del giorno sulla stabilizzazione lavorativa dei dipendenti dell’ex Birreria Peroni.

Prima di passare a votare la delibera sul Rendiconto 2016, il Consiglio ha quindi discusso di una mozione del PD, di accompagnamento al Rendiconto, a firma Valente e Quaglietta, illustrata in Aula dal capogruppo Arienzo. La mozione riguardava diversi aspetti (fondi vincolati, inventario e valutazione dei cespiti patrimoniali, risultanze contabili delle partecipate, debiti fuori bilancio) ed è stata votata per parti separate, così come proposto dai consiglieri Moretto (Prima Napoli) e Santoro (Misto – Fratelli d’Italia). Respinti a maggioranza i punti sui quali l’amministrazione aveva espresso parere contrario, sono stati approvati all’unanimità i due punti della parte impegnativa relativi alla richiesta di integrare negli allegati il Piano degli indicatori e dei risultati attesi di Bilancio e alla richiesta di informare il Consiglio sulla resa del conto degli agenti contabili.
Per dichiarazioni di voto sono intervenuti: Menna (Movimento 5 Stelle) che ha annunciato voto contrario in considerazione del fatto che i maggiori tagli previsti sono in settori decisivi per la vita pubblica, come lavoro, casa e giovani; Arienzo (PD) che ha annunciato voto contrario in continuità con il giudizio espresso in sede di previsionale sulle principali criticità del volume dei residui attivi e della capacità di riscossione che non migliora; Mirra (Riformisti democratici con de Magistris) che, a nome della maggioranza, ha annunciato voto favorevole ritenendo che sia stato fatto un buon lavoro; Lanzotti (Forza Italia) che ha annunciato che il gruppo di Forza Italia ed il consigliere Nonno (Misto – fratelli d’Italia) non avrebbero partecipato non ritenendo esaustive le risposte fornite dall’amministrazione; Moretto (Prima Napoli) ha annunciato voto contrario per tutti i motivi di criticità rilevati dai Revisori dei Conti; Santoro (Misto – fratelli d’Italia) ha annunciato voto contrario una volta che, all’appello, la maggioranza avesse garantito il numero legale.
L’atto deliberativo, emendato riguardo alla mancanza di un allegato, poi reintegrato, è stato quindi votato per appello nominale e approvato con 24 voti favorevoli, 1 astensione e 8 voti contrari.
L’assessore Palma, che ha ricevuto i ringraziamenti dell’Aula e dell’ufficio di presidenza per il lavoro svolto, ha ufficializzato, con un commosso discorso, il suo congedo da assessore per andare a ricoprire un incarico professionale a livello nazionale. Palma ha ringraziato il Sindaco per l’opportunità offertagli e per la libertà di azione con la quale è stato messo in condizione di svolgere il proprio ruolo nel corso di 5 anni, il Consiglio, maggioranza e opposizione, per la collaborazione e il confronto costante ricevuto, e tutto il personale comunale. Un ringraziamento, ancora, Palma ha rivolto a tutti i colleghi di Giunta, alla direzione centrale dei servizi finanziari per il lavoro non facile svolto insieme.
Il Sindaco de Magistris, intervenuto subito dopo, ha definito il discorso di Palma una lezione di stile umano, politico e professionale; un discorso che insieme, assessore e Sindaco, hanno voluto portare in Consiglio per favorire la massima partecipazione. Le decisioni che ricadono sul Sindaco sono molto difficili e richiedono, da parte di quanti lavorano insieme, una convinta adesione al progetto politico messo in campo, per quanto le scelte individuali comportino, come in questo caso, amarezza. Il lavoro realizzato dall’assessore Palma in questi anni è stata una sfida assai difficile, affrontata con grande moralità ed onestà.
Immediatamente dopo la presidente della commissione Bilancio Mirra ha proposto, e il Consiglio ha accolto all’unanimità la proposta, di anticipare la discussione sull’ordine del giorno sottoscritto da tutti i gruppi sui lavoratori dell’ex Birreria Peroni. Sono intervenuti i consiglieri Coppeto (Sinistra Napoli in Comune a Sinistra) che, ricostruita sinteticamente la vicenda dei lavoratori dell’ex stabilimento di Miano, ha letto il documento che impegna il Sindaco e la Giunta ad attivare tutte le procedure perché finalmente si possa procedere alla stabilizzazione dei restanti lavoratori dell’ex Birreria Peroni. L’ordine del giorno è stato approvato all’unanimità.
La proposta formulata dalla consigliera Mirra di rinviare le altre delibere all’ordine dei lavori è stata accolta all’unanimità e la seduta è stata sciolta.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*