1° Concorso fotoletterario Arenella e Vomero nella Napoli Capitale

Il concorso fotoletterario “Arenella e Vomero nella Napoli Capitale” è una competizione alla quale chiunque abbia almeno 14 anni partecipa con delle fotografie unite ad un breve testo che evidenzi il significato e l’importanza del soggetto fotografato all’interno del territorio della V Municipalità di Napoli.

L’obiettivo è quello di conservare e salvaguardare l’identità di un popolo facendo memoria di fatti e salvaguardando manufatti, cogliendo in quelle memorie dei tratti affascinanti che costituiscano un nucleo culturale e valoriale da non perdere per non smarrire se stessi.

L’intento del concorso è di educare all’identità, divertendo e consentendo di riscoprire luoghi della nostra Municipalità, magari nascosti o degradati o caduti in un oblio quotidiano pur essendo assai frequentati, che siano autentiche testimonianze del passato e capaci di raccontare antiche storie.

La scoperta e conoscenza diffusa di siti e storie ad essi collegate ha un valore educativo e politico. Da un lato, infatti, stimola nei cittadini la crescita del rispetto dei luoghi, della cura per i beni storico-culturali e una sana curiosità intellettuale; dall’altro può suggerire all’Amministrazione pubblica siti da recuperare e valorizzare, anche in chiave economico-turistica, con il valore aggiunto che dagli abitanti stessi è pervenuta l’indicazione.

L’Arenella e il Vomero non sono mai state considerate –a torto- zone di primario rilievo turistico. Questo concorso fotoletterario, in prospettiva storico-identitaria, rappresenta anche un rilancio della Municipalità collinare attraverso la riscoperta dei suoi gioielli piccoli, grandi, palesi o nascosti.

È un progetto in cui i cittadini sono protagonisti della scoperta del loro territorio, invitati a conoscerlo, fotografarlo e descriverlo, per imparare ad amarlo, rispettarlo e amare la propria considerevole storia.

 

Regolamento

  1. Possono concorrere tutti i cittadini italiani e stranieri, senza distinzione alcuna. Si può partecipare individualmente o in coppia: in quest’ultimo caso è necessario precisare l’autore delle foto e quello del testo che le accompagna.
  2. Ciascun concorrente dovrà far pervenire alla Commissione giudicante a mezzo mail all’indirizzo istituzionale cerullo@comune.napoli.it oppure a quello organizzativo concorsofotoletterario@gmail.com da due a quattro foto a colori, in formato digitale, relative ad un unico soggetto (edificio, monumento, strada, epigrafe, resto di manufatto, eccetera) testimonianza diretta della storia dell’Arenella o del Vomero dalle origini al 1860.
  3. Le foto vanno obbligatoriamente accompagnate da una poesia o da un breve testo che illustri e aiuti a comprendere qualche aspetto del soggetto fotografato. Ad esempio: la storia, un episodio specifico, la bellezza, la funzione, l’importanza.
  4. Sono previste due sezioni:
    1. Per tutti”: per giovani ed adulti, dai 14 anni in su.
    2. Scuole”: riservata agli insegnanti, alunni e studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori, pubbliche e private, esistenti nel territorio della Municipalità 5.
  5. Nell’assegnare i premi, tre per ciascuna sezione, la Commissione terrà conto, nell’ordine, dei seguenti criteri:
    1. coerenza con il tema del concorso;
    2. capacità di far riscoprire siti o manufatti dimenticati o nascosti della Municipalità;
    3. capacità di rivelare significati, storie, aneddoti poco conosciuti sui siti fotografati;
    4. qualità delle foto e del testo;
  6. La premiazione avverrà nel corso di un evento culturale pubblico che si terrà nella Sala Consiliare Silvia Ruotolo della V Municipalità, in Via Morghen, il prossimo 27 maggio alle ore 17.00, nella quale saranno consegnati dal giornalista e scrittore di cultura meridionalista Angelo Forgione premi quali libri di argomento storico-culturale su Napoli Capitale de “Stamperia del Valentino” ed opere artistiche del Maestro Alessandro Flaminio de “Le voci di dentro”.
  7. La Commissione giudicante è composta da:
    1. Paolo De Luca Presidente della Municipalità 5;
    2. Paolo Cappelli fotografo professionista di architettura e paesaggio;
    3. Giuliano Genna Preside ed insegnante italiano e storia;
    4. Antonio Lombardi rappresentante di MO!-Unione Mediterranea

Tutti i membri della Commissione giudicante prestano la loro collaborazione a titolo gratuito. Nella valutazione delle opere in concorso, in caso di parità il voto del Presidente vale doppio.

  1. Tutte le fotografie e i testi dei concorrenti non verranno restituiti, ma saranno conservati nell’archivio della Municipalità per almeno due anni.

 

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*